MENU

Giugno 25, 2016 Comments (0) Views: 644 Consigli

Come pulire e cucinare i carciofi

Ortaggio di cui l’Italia vanta il primato produttivo, il carciofo si può trovare sui banchi degli ortofrutta tra ottobre e aprile. Molto amato e dal gusto gentile, il ruvido carciofo dal cuore tenero e gustoso si presta a ispirare tante prelibate ricette. È anche ricco di proprietà digestive e diuretiche e ha capacità protettive del fegato.

Esistono essenzialmente due varietà di carciofi: quelli con le spine e quelli senza.

COME CUCINARLI?

Ti suggeriamo i tanti modi per cucinarli. Cuocili al vapore per poi farcirli e dorarli al forno con la ricetta dei Carciofi alla greca. Oppure puoi friggerli a spicchi per accompagnare uno sfizioso Branzino ai carciofi e porri croccanti. Saltali in padella per preparare uno squisito Filetto con brandy e carciofi.

COME PULIRLI?

Elimina le foglie esterne più spesse e dure. Priva i carciofi delle punte (anche degli esemplari senza spine) perché sono sempre coriacee. Arrotonda i fondi o conserva 2-3 cm di gambo e spellalo. Privali del fieno. Dividi i carciofi a metà, nel senso della lunghezza, ed elimina il fieno interno. Se li lasci interi, allarga le foglie per togliere – se presente – il fieno. Il fieno centrale è fibroso, secco e particolarmente fastidioso se resta nel piatto.

LA NOSTRA SELEZIONE

Scopri la nostra selezione di Specialità a base di Carciofi: Carciofi Primizia, Carciofi alla provenzale e molto altro ancora. Dal sapore tradizionale e genuino, i nostri Cuori di Carciofo vengono lavorati con cura dal fresco direttamente sul luogo di raccolta, l’agro Brindisino. Sapienti mani artigiane selezionano e puliscono con grande cura il carciofo; una lavorazione naturale e manuale tipica della tradizione pugliese, in grado di preservare tutto il gusto della materia racchiuso solo nel cuore del carciofo, la parte più tenera e buona. Tutte le Specialità in olio fanno parte della Linea Le Conserve di Morbegno, genuina e unica.

Tags: ,

Lascia un commento