MENU

Dicembre 27, 2016 Commenti disabilitati su Dopo le abbuffate, niente digiuni: scegliete il regime “detox” Views: 609 Consigli, Curiosità

Dopo le abbuffate, niente digiuni: scegliete il regime “detox”

Ormai quello che è fatto è fatto. Se in questi giorni di festa vi siete lasciati andare agli eccessi di cibo e alcol, è inutile farsi sopraffare dai rimorsi. Meglio pensare a come rimediare, anche perché le feste non sono ancora finite. E questa volta non ci sono scuse: meglio prepararsi prima che piangersi addosso dopo. «Bisogna cercare di tornare ad un’alimentazione giusta per potersi lasciare andare a Capodanno e all’Epifania», conferma la dietista nutrizionista Carmen Campana. Ma senza eccedere al contrario, costringendosi al digiuno.

NON DIGIUNATE, MEGLIO LA DIETA DETOX PER PULIRE IL FEGATO

«Saltare i pasti è sbagliatissimo così come non è assolutamente necessaria la classica dieta fai da te, che comporta digiuni con successivo senso di fame e abbuffate», sottolinea Campana. In effetti, ormai sono numerosi gli studi che hanno dimostrato che alternare il digiuno ad abbuffate fa più male che bene. I rimedi principali agli «sgarri natalizi», invece, sono: depurare il fegato, l’intestino e rigenerare la pelle. «Con un’alimentazione detox – spiega Campana – è possibile eliminare le tossine, depurarsi, allontanare il senso di gonfiore e contrastare la ritenzione idrica. Un regime alimentare a basso contenuto calorico, ma ad alto tasso di alimenti e sostanze drenanti e depurative». Secondo l’esperta, la prima mossa da fare per depurare il fegato è ridurre alimenti grassi o fritti, evitare di cucinare con il burro, evitare l’alcol.«Vanno eliminati – sottolinea Campana – i grassi saturi e preferiti i cibi dall’azione drenante e stimolante, come indivia, carciofi, broccoli (questi ultimi capaci di attivare enzimi che agiscono nel processo di detossificazione dell’organismo), verdure a foglia verde come spinaci, cicoria. Da non dimenticare, inoltre, le barbabietole, che abbondano in vitamine del gruppo B e C, in magnesio, calcio, zinco, ferro e betacarotene, tutti importanti per stimolare la purificazione del corpo. Importante, poi, introdurre alimenti contenenti acidi grassi insaturi, come la frutta secca, in particolare quando al fegato appesantito si associano sintomi come stitichezza e mancanza di energia. Consigliabile il consumo di frutta dalle proprietà disintossicanti come limoni, fichi, mele e uva e un buon quantitativo di acqua».

PURIFICARE INTESTINO CON CIBI RICCHI DI FIBRE, ACQUA E VITAMINE

Secondo l’esperta, è fondamentale avere un intestino sano perché solo in questo modo possono essere ben assorbiti gli importanti nutrienti dei cibi, come vitamine e sali minerali. «I cibi utili a purificare questo organo – dice Campana – sono quelli di facile assorbimento, contenenti fibre associate a grosse quantità di acqua e vitamine; devono avere, inoltre, discrete quantità di magnesio e zinco, oligoelementi che favoriscono sia la motilità del tratto superiore dell’intestino, sia la vitalità della flora batterica benefica. Ne sono un esempio mele, pere, uva, anche sotto forma di centrifugati o frullati».

Fondamentale è il ricorso ai rimedi naturali offerti dalle tisane. «Sono utilissime – sottolinea la dietista nutrizionista – per depurarsi come, ad esempio, quella al finocchio. Questo ortaggio ha capacità stimolanti nei confronti dello stomaco e dell’intestino. Per questo motivo la tisana al finocchio contrasta i problemi di digestione e il dolore addominale. Oppure tisana alla betulla o alla malva, che, bevuta a piccoli sorsi anche durante la giornata, contiene mucillagini che saziano e tamponano i succhi gastrici. Le tisane sono utili soprattutto prima di andare a letto».

CON ALIMENTAZIONE DETOSSIFICANTE SI RIGENERA ANCHE LA PELLE

Infine, un’alimentazione detox favorisce la rigenerazione della pelle.
«Un’idratazione ottimale della pelle che arrivi dall’interno del corpo è la base per avere un aspetto gradevole e salutare», sottolinea Campana. «Gli alimenti in grado di stimolare il sistema linfatico e le funzioni intestinali per eliminare le tossine, e migliorare di conseguenza l’aspetto della pelle, sono quelli contenenti antiossidanti, provitamina E ed A, vitamina B6, B9 e C e fibre.
Ottime – aggiunge – sono le verdure come i porri, la barbabietola, efficaci per idratare la pelle che, oltre all’acqua, ha bisogno anche di nutrimento». Infine, un altro piccolo consiglio è quello di non abbandonare del tutto l’attività fisica, anche se nelle feste è dura fare qualche sacrificio. «L’attività fisica
– conferma Campana – può essere d’aiuto per smaltire i chilogrammi presi:
scegliere tra 30 minuti di cyclette o passeggiata o corsetta. Per i più fortunati optare per sport come lo sci alpino, lo snowboard o anche il pattinaggio sul ghiaccio».

IDEE PER UN TIPICO MENU’ DETOX

«A colazione preferire tè verde o latte di soia o caffè d’orzo con fette biscottate integrali con miele», suggerisce Campana. Sono previsti anche spuntini con frutta a metà mattinata. «A pranzo verdura a volontà condita con olio extravergine di oliva e limone e un bel piatto di carne o pesce alla piastra, al forno, al vapore o al cartoccio. Il tutto accompagnato da pane di segale o integrale», dice la dietista nutrizionista.

«A cena optare per minestroni o zuppe di verdure (scegliendo tra quelle elencate detossificanti) e/ o legumi (tra questi i ceci ricchi di triptofano e arginina, amminoacidi strettamente legati alla produzione di serotonina, agiscono sul tono dell’umore e aiutano a ritrovare energia) – prosegue – con crostini di pane integrale e un secondo di bresaola o arrosto di tacchino con un filo d’olio. Prima di andare a letto una tisana drenante».

Seguendo alla lettera i consigli proposti sarà possibile arrivare ai prossimi «giorni rossi» pronti a festeggiare di nuovo senza doversi imporre grandi rinunce a tavola.

*Notizia ed Immagine ripresa da La Stampa il 27.12.2016

Comments are closed.