MENU

Dicembre 29, 2017 Commenti disabilitati su 10 motivi per mangiare più spesso il salmone non solo durante le feste Views: 631 Alimentazione, Curiosità

10 motivi per mangiare più spesso il salmone non solo durante le feste

Spesso sottovalutato perché, tra i pesci, è tra i più calorici, in realtà presenta qualità nutrizionali che ne fanno un vero toccasana per salute e anche bellezza. Ecco alcuni dei molteplici benefici di un alimento spesso presente anche sulle tavole natalizie.

Il salmone è un vero toccasana per la salute e anche per la bellezza, poiché fa parte di quelli che vengono chiamati “superfoods”, quegli alimenti ricchi di principi attivi che funzionano come veri e propri booster, in funzione anti-invecchiamento, da assumere per prepararsi al meglio all’aggressione ambientale e alla disidratazione della pelle. I pesci grassi in generale e il salmone in particolare, sono pieni di Omega 3, acidi grassi polinsaturi che fanno miracoli per la pelle, proteggendola dall’esposizione al sole, al freddo e all’inquinamento, contribuendo a riparare quella già danneggiata, e mantenendo le membrane delle cellule sane e idratata. Ecco, dunque, alcune buone ragioni per mangiare salmone, piatto che, solitamente, troviamo anche sulle tavole natalizie.

1. L’apporto calorico, seppure non basso, dato che apporta circa 200 calorie per 100 grammi, non incide negativamente anche se si segue una dieta ipocalorica, date le ottime proprietà nutrizionali.

2. È ideale per la salute, poiché la combinazione di omega-3, selenio e vitamine A e D migliora il sistema immunitario, sia a breve che a lungo termine. Mangiare almeno due porzioni alla settimana di salmone può ridurre il rischio di malattie croniche come complicanze cardiache, diabete e declino cognitivo.

3. È una grande fonte di proteine magre. Non c’è niente di meglio del pesce quando si tratta di fonti salutari di proteine, specialmente del salmone. Una porzione di circa 150 grammi contiene 26 grammi di proteine.

4. È utile per le funzioni cognitive, essendo ricco di acidi grassi omega-3 e vitamina B12 oltre al selenio e alla colina. Un mix che aiuta la funzione cerebrale.

5. È un toccasana per il cuore. Gli acidi grassi polinsaturi presenti nel salmone possono aiutare a migliorare il colesterolo cosiddetto “buono”. Inoltre, il salmone è una fonte di potassio, un importante minerale utile per bilanciare la pressione sanguigna e favorire la salute del cuore.

6. Può aiutare a perdere peso grazie alle proteine magre e ai grassi polinsaturi. Mangiare il salmone come parte di un pasto bilanciato, riduce al minimo la voglia di mangiare. Occorre solo evitare troppi condimenti.

7. È consigliato durante la gravidanza o l’allattamento per rafforzare lo sviluppo del cervello del feto. Uno dei motivi principali è che il salmone è pieno di DHA , un tipo di grasso polinsaturo che è facilmente disponibile nei pesci grassi.

8. Il salmone è un ottimo anti-infiammatorio poiché protegge le cellule. Inoltre, la vitamina D presente nei pesci può avere un ruolo nella prevenzione delle malattie autoimmuni.

9. È perfetto post-allenamento, soprattutto se mangiato con spinaci, ricchi di ferro e magnesio. Il mix può aiutare a migliorare il flusso di ossigeno per le cellule e favorire la decontrazione muscolare. Inoltre, gli acidi grassi che combattono l’infiammazione nel salmone possono migliorare il recupero fisico.

10. La combinazione di nutrienti presenti nei pesci grassi – acidi grassi polinsaturi e vitamina D – è stata anche collegata al miglioramento della salute delle ossa e al ridotto rischio di osteoporosi e fratture.

Comments are closed.