MENU

14 Gennaio, 2020 Commenti disabilitati su Salmone e avocado, passione infinita Views: 376 Alimentazione, Antipasti, Crudi, Curiosità, Ricette

Salmone e avocado, passione infinita

Metti insieme due superfood come il salmone e l’avocado e cosa ottieni? Uno degli abbinamenti preferiti dai foodies di tutto il mondo: bello da vedere, buono da mangiare e soprattutto, fa bene alla salute. Ma l’abbinamento pesce crudo o affumicato e frutta – specie se esotica – è sempre un connubio piacevole, sano, semplice da preparare e di sicuro effetto.

In principio fu l’avocado toast

L’avocado, frutto conosciuto da tempo immemore nei Paesi dell’America Centrale, appare spalmato su una fetta di pane nei menu dei café americani nei primi anni Novanta: è la nascita dell’avocado toast, poi diventato uno dei food trend più in voga della decade che ci siamo appena lasciati alle spalle. Abbinato alle uova in camicia, alla feta o alle verdure, è il cibo preferito dei Millennials, tra i più instagrammati degli ultimi dieci anni. Non è ben chiaro quando la prima fetta di salmone sia stata adagiata sulla crema di avocado, ma quel che è certo è che da allora la passione non ha fine.

Coppia vincente per la salute… e per chi va di fretta

Che sia crudo o affumicato, su una fetta di pane tostato o impiattato a mo’ di tartare, il salmone ha trovato nell’avocado il suo compagno perfetto, anche dal punto di vista nutrizionale: entrambi sono infatti ricchi di acidi grassi polinsaturi utili al benessere dell’apparato cardiocircolatorio, oltre che fonti di proteine e di vitamina E, un potente antiossidante, e di luteina, protettiva degli occhi. Un avocado toast con salmone affumicato è anche la soluzione ideale per un pranzo veloce, nutriente e saziante, anche per chi in cucina ci vuole stare il meno possibile. L’unica accortezza è di acquistare l’avocado al giusto punto di maturazione e di prepararlo all’ultimo momento, perchè la bella polpa verde di questo frutto si ossida molto velocemente al contatto con l’aria, assumendo un antiestetico colore brunastro.

Non solo avocado…

Se ritenete che il trend sia ormai maturo, o se semplicemente volete sostituire l’avocado – che è particolarmente ricco di grassi – con un altro frutto, magari esotico, eccovi qualche suggerimento per altri collaudati abbinamenti pesce-frutta: sempre sfiziosi, comunque sani, altrettanto facili e veloci da preparare e di sicuro successo.

Tartare di salmone selvaggio e mango – ingredienti per 4 persone: 200 g di tartare di salmone selvaggio, un mango maturo, succo di un limone, un mazzetto di basilico, un ciuffo di finocchietto o aneto, 30g di pistacchi sgusciati, olio evo. Preparazione: preparare una citronette con olio, succo di limone, sale e pepe e sbattere con un frusta fino ad ottenere un’emulsione. Condire la tartare di salmone con la salsina ottenuta, unire foglie di basilico e un ciuffetto di finocchietto o aneto tritati, mescolare, coprire con un foglio di pellicola e porre in frigo per un’ora. Sbucciare il mango e tagliare la polpa a dadini. Unirlo al salmone marinato insieme ai pistacchi spellati e tritati e mescolare. Disporre in un piatto un coppapasta bagnato con acqua fredda e riempirlo con la tartare di salmone e mango. Completare con un filo d’olio e un’abbondante spolverata di pepe. Acquista qui la tartare di salmone selvaggio

Tartare di tonno bianco e mela verde – ingredienti per 4 persone: 200 g di tartare di tonno bianco, 180g di mela verde granny smith, 120g di yogurt magro, prezzemolo tritato, pepe rosa qb, un limone, olio evo. Preparazione: Mescolare lo yogurt con il prezzemolo tritato e la scorza di mezzo limone. Tagliare la mela a cubetti piccoli e regolari senza sbucciarla, trasferirla in una ciotola e condirla con un cucchiaio di succo di limone, sale e pepe rosa. Distribuire nel fondo di ogni bicchierino un cucchiaio di cubetti di mela, un cucchiaio di yogurt, infine la tartare di tonno bianco. Decorare con prezzemolo tritato e sottili fettine di mela. Acquista qui la tartare di tonno bianco

Tartare di pesce spada e papaya – ingredienti per 4 persone: 200g di tartare di pesce spada, 200g di papaya, una fetta di pane in cassetta, menta, coriandolo e basilico q.b., succo e scorza di un lime, olio evo. Preparazione: pulire, sbucciare e tagliare a dadini la papaya e condirla con olio, succo di lime, sale e pepe. In un recipiente separato condire la tartare di pesce con olio, sale e pepe. Tritare grossolanamente del coriandolo e aggiungerlo al pesce spada. Per la salsa, frullare nel mixer il pane privato della crosta e ridotto a dadini, foglioline di menta e coriandolo, olio e un goccio d’acqua per amalgamare. Disporre un coppapasta bagnato con acqua fredda sul piatto di portata e riempirlo alternando uno strato di pesce ad uno strato di papaia. Completare il piatto con la salsa di menta e cordiandolo e guarnire con foglioline di basilico. Acquista qui la tartare di pesce spada

Comments are closed.