MENU

27 Ottobre, 2020 Commenti disabilitati su Coronavirus: cosa mangiare per rafforzare il sistema immunitario Views: 91 Consigli

Coronavirus: cosa mangiare per rafforzare il sistema immunitario

Una dieta sana ed equilibrata è un’ottima alleata del sistema immunitario. Scoprite qui quali cibi consumare per rafforzare le difese dell’organismo dinnanzi all’attacco di virus e altri agenti patogeni presenti nell’ambiente.

In questi giorni si parla molto del coronavirus Covid-19 con toni che oscillano fra allarmi giustificati e allarmismi che creano panico e confusione. Da un punto di vista alimentare, ecco un elenco di comportamenti corretti da tenere sempre a tavola, al di là della situazione attuale.

Il sistema immunitario, infatti, gioca un ruolo cruciale nella difesa del nostro organismo dagli agenti patogeni tra questi gli eventuali virus presenti nell’ambiente. Uno dei modi più efficaci per rinforzare il sistema immunitario è prestare attenzione all’alimentazione. «La prima regola per avere un sistema immunitario forte è seguire una dieta quotidiana sana, equilibrata e completa. Nei menu della giornata poi non dovrebbero mai mancare verdura e frutta di stagione. Ciò permette di fornire all’organismo minerali, antiossidanti, vitamine utili per il suo corretto funzionamento», dice la nutrizionista Valentina Schirò, specializzata in scienze dell’alimentazione. «Sono diversi i micronutrienti che hanno un ruolo cruciale per il nostro sistema immunitario. La mancanza o la carenza nella dieta quotidiana di queste sostanze può essere responsabile dell’alterato funzionamento dei meccanismi di difesa dell’organismo. Di conseguenza può predisporre a una maggiore possibilità di attacco da parte di agenti patogeni e un maggiore rischio di andare incontro a infezioni», precisa l’esperta che qui ci spiega quali cibi preferire a tavola per rendere più forte il sistema immunitario.

Carne, uova e pesce
«Tra i micronutrienti direttamente coinvolti nello sviluppo e attivazione del sistema immunitario c’è lo zinco. Ha un’azione antiossidante. Ha poi un ruolo centrale nella crescita e nella differenziazione delle cellule immunitarie. Aiuta a mantenere l’integrità della pelle e delle mucose che sono delle vere e proprie barriere di difesa nei confronti di agenti patogeni», spiega Valentina Schirò. Ne sono ottime fonti «la carne di manzo, le uova, il latte e i suoi derivanti. Questo minerale è presente anche in pesce, frutti di mare e cereali integrali».

Sardine e latte
Assicurano vitamina D. «Questa vitamina stimola la proliferazione delle cellule immunitarie. Aiuta a proteggere dalle infezioni causate da agenti patogeni. Si trova anche in salmone, olio di fegato di merluzzo e tuorlo d’uovo. Per fare il pieno di questa vitamina è necessario poi esporsi al sole almeno mezz’ora al giorno», consiglia l’esperta.

Frutta e verdura di stagione
La verdura e la frutta di colore arancione sono una miniera di vitamina A. «Questa vitamina aiuta a mantenere l’integrità strutturale e funzionale delle cellule della mucosa delle vie respiratorie. Questa vitamina è inoltre fondamentale per il normale funzionamento delle cellule immunitarie», dice la nutrizionista Schirò. Ne sono buone fonti «anche il fegato e le uova». Anche la vitamina B6 è un’ottima alleate delle difese del nostro organismo. «Ha ruolo importante nella proliferazione, differenziazione e maturazione dei linfociti, le cellule del sistema immunitario così come nella produzione di anticorpi. Si trova in legumi, patate, lievito e farine e cereali integrali, carne, pesce e frutta, con esclusione degli agrumi».

Semi e frutta secca
Sono entrambi buone fonti di rame. «Questo minerale ha azione antimicrobica nella proliferazione delle cellule T e nella produzione di anticorpi. Un’altra buona fonte di questo minerale è il pesce». Un ottimo alleato del buon funzionamento del sistema immunitario è poi il ferro. «È un componente della struttura di enzimi fondamentali per il funzionamento delle cellule immunitarie. Si trova nella carne, nei legumi, nei cereali integrali e nella frutta secca a guscio. Anche alcune varietà di verdure a foglia di colore verde scuro come il cavolo riccio ne sono buone fonte», conclude la nutrizionista Valentina Schirò.

* Articolo ripreso da @LaCucinaItaliana

Tags:

Comments are closed.