MENU

5 Ottobre, 2020 Commenti disabilitati su 6 superfood per affrontare il cambio di stagione autunnale Views: 97 Consigli, Curiosità

6 superfood per affrontare il cambio di stagione autunnale

Il cambio di stagione è un momento di passaggio faticoso per il nostro organismo. Con il passaggio dall’estate all’autunno ci sono una serie di variazioni importanti che incidono su corpo e mente. Oltre a consumare i cibi giusti per affrontare l’autunno, è importante portare in tavola anche dei superfood da mangiare nel cambio di stagione autunnale, così da affrontare le giornate con la giusta carica. Ecco quali sono.

Il cambio di stagione è un momento di passaggio faticoso per il nostro organismo. Con il passaggio dall’estate all’autunno ci sono una serie di variazioni importanti che incidono su corpo e mente. Il cambio di temperature può portare i tipici malanni di stagione, come raffreddore e mal di gola, mentre le giornate più corte, ci fanno sentiamo più stanchi, nervosi e privi di concentrazione: la diminuzione delle ore di luce, infatti, diminuisce anche la produzione di serotonina, l’ormone della felicità. Oltre a consumare i cibi giusti per affrontare l’autunno, è importante portare in tavola anche dei supefood da mangiare nel cambio di stagione autunnale, così da affrontare le giornate con la giusta carica.

1. Zucca: ottima fonte di vitamine e minerali
La zucca è un ortaggio simbolo dell’autunno, ed è tra i migliori da consumare durante il cambio di stagione. La zucca contiene vitamina A, Omega 3 e sali minerali importanti come calcio, potassio e fosforo. Inoltre è un concentrato di antiossidanti e carotenoidi, che aiutano anche a contrastare l’azione dannosa dei radicali liberi. I semi di zucca, invece, sono molto energetici e contengono triptofano, un amminoacido che aiuta a farci sentire più allegri.

2. Salmone: favorisce il buonumore

Anche il salmone è un superfood da portare in tavola durante il cambio di stagione autunnale. Si tratta di un alimento ricco di Omega 3, acidi grassi essenziali molto importanti per il funzionamento del sistema nervoso e che favoriscono il rilascio di serotonina, l’ormone del buonumore. Il salmone fresco, non da allevamento, è da preferire, in quanto più ricco di acidi grassi essenziali.

3. Melograno: il frutto detox e antiossidante
Il melograno è un frutto autunnale ricco di antiossidanti e sali minerali come zinco, rame, fosforo, manganese e potassio, quest’ultimo rende il melograno è un ottimo alimento detox, in quanto aiuta a stimolare la diuresi. I melograno è anche ricco di vitamina C, un aiuto per il nostro sistema immunitario: lo rinforza, proteggendo l’organismo dai malanni di stagione.

4. Mandorle: alleate del cervello
Le mandorle aiutano il buon funzionamento del cervello, inoltre sono un alimento energizzante, in quanto ricche di magnesio e calcio, ottimi integratori naturali. Contengono anche grassi buoni che favoriscono il rilascio di dopamina e serotonina, gli ormoni del buonumore. Inoltre le mandorle apporta anche triptofano, l’amminoacido che ci fa sentire meglio, favorendo il benessere generale.

5. Castagne: aiutano il sistema immunitario
Le castagne contengono minerali importanti come fosforo, calcio, ferro e potassio e sono prive di colesterolo. Contengono inoltre fibre che nutrono i muscoli e le cellule nervose. Grazie al contenuto di vitamina C, rafforzano il sistema immunitario e sono consigliate per combattere la stanchezza e donare energia. Sono ottime anche dopo l’influenza o nei periodi di stress, come ricostituente.

6. Uva: per combattere la fatica
L’uva è un altro superfood autunnale che aiuta a combattere la fatica e a donare energia: soprattutto quella nera contiene quercitina, un flavonoide antiossidante, utile contro la spossatezza che colpisce nel cambio di stagione. La melatonina, invece, aiuta a regolare i ritmi circadiani, ed è utile in questo periodo ma anche quando si affrontano momenti particolarmente stressanti. L’uva è anche ricca di vitamine, soprattutto la vitamina K, che aiuta a rinforzare il sistema immunitario, combattendo i malanni di stagione.

* Articolo ripreso da donna.fanpage.it

Comments are closed.